FANDOM


Richard "Rick" Castle Edgar, nato Richard Alexander Rodgers, è il secondo personaggio principale della serie, nonostante essa porti il suo cognome come titolo, Richard, infatti, viene richiamato Castle, da tutti i personaggi, tranne che da sua madre, che lo chiama con il suo vero nome : Richard. Egli, è un autore di best-seller che viene distaccato, come consulente civile volontario per il 12° distretto, oltre ad essere stato, brevemente, un I.P.

Egli è, l'unico figlio di Martha Rodgers e un uomo conosciuto come Jackson Hunt, oltre ad essere, il padre di Alexis Castle. Egli, è il compagno di lavoro, il fidanzato e successivamente marito della detective Kate Beckett. Castle è interpretato da Nathan Fillion.

Storia Modifica

Richard Alexander Rodgers è il figlio di Martha Rodgers e una spia conosciuta da Castle come Jackson Hunt, il 1 aprile 1969, poco dopo la mezzanotte. Data la sua data di nascita, Martha lo chiamò il bambino del Pesce D'Aprile, e durante i suoi compleanni lei si sedeva e gli diceva solennemente, che egli era stato adottato prima di ritrattare il tutto, quando Richard diventava serio, ed ella allora, gli urlava "Pesce d'Aprile!". I suoi nonni materni hanno avuto un "atto di lettura mentale" di successo a Coney Island ("Padri e Figli")

Data la sua vita sociale molto attiva e la carriera di breve durata di sua madre, egli era abituato a fare buffonate ed allo stile di vita di sua madre fino al punto in cui era lui, a doversi prendere cura di sua madre, che si trovava spesso nei guai. Ha anche avuto diverse tate a prendersi cura di lui. Egli infatti, passava la maggior parte del tempo a guardare la televisione diurna, come la serie Una vita da vivere, che diventò l'ispirazione perché scrivesse il suo primo romanzo.

Inizialmente Richard, non aveva mai saputo chi fosse suo padre e non aveva intenzione di scoprire chi fosse, ragionando sul fatto, di non aver mai incontrato suo padre o di aver avuto un padre nella sua vita (cosa che Richard scherzosamente nega, dicendo di aver avuto molte figure paterne, per via delle varie relazioni di Martha) in questo modo, ne ha mai sentito davvero la perdita.

Secondo la sua biografia sul sito : RichardCastle.net, Martha, durante i suoi compleanni, ha sempre detto a Richard, di non avere idea di chi fosse suo padre, il che non infastidiva Richard dato che gli permetteva di immaginare che suo padre potesse essere chiunque desiderasse. Tuttavia, Martha, disse a suo figlio, che una volta si innamorò follemente, quella, era la notte in cui incontrò suo padre. ("Padri e Figli")

Richard si infastidisce quando il suo collega Javier Esposito ipotizza che suo padre fosse tra i tanti con cui sua madre, aveva avuto una botta e via, facendone poi un dilemma come quello in Mamma Mia. Il capitano della polizia Roy Montgomery pensa che Richard potrebbe avere un poliziotto da qualche parte nel suo albero genealogico. ("Padri e Figli") Raggiunta l'età adulta, Richard trova plausibile il fatto che suo padre potrebbe essere nella C.I.A. , ciò spiegherebbe il perché della sua improvvisa scomparsa. ( "La chiave di Volta")

A quanto pare, Rick trascorse la sua infanzia, nella biblioteca pubblica di New York, dove acquisì la capacità di leggere rapidamente, oltre al suo amore per i classici, soprattutto quelli di Edgar Allen Poe, Arthur Conan Doyle e Carolyn Keene.

Da bambino, scrisse diverse storie per proprio diletto e, a volte per i suoi amici, a cominciare dalle storie thriller "grossolane", fino alla saggistica, che Richard si sentiva costretto a scrivere. Tornò poi, ai suoi vecchi e fantasiosi thriller, che spaventavano abbastanza i suoi compagni di scuola, e questo fece comprendere a Rick la sua capacità di manipolare le emozioni umane come un bravo narratore di thriller. Raggiunta la pubertà, però, Richard perse ogni interesse per la lettura, che equivalgono, ai suoi giorni da ragazzo adolescente e testardo. Alla fine, ovviamente, tornò alle sue vecchie letture e scritture abitudinarie, nel giro di pochi ed insignificanti anni.

Quando Rick era in terza media, aveva una cotta per Sherry Ort, che "gli spezzò il cuore, rubò i suoi soldi per il pranzo e poi ne rise con i suoi amici." ("Storia di un truffatore")

Nel 1983, quando aveva 11 anni e durante un viaggio nel New Hampshire, Castle si perse in una sezione della foresta conosciuta come I Boschi di Hollander, dove vi incontrò una giovane donna assassinata. Il suo assassino lo vide e lo minacciò di morte ma successivamente, lo lasciò andare. Castle in seguito credette che questo fosse dovuto al fatto che la sua scomparsa sarebbe stata notata. Spaventato, Castle attese fino al suo ritorno a New York per chiamare anonimamente la polizia, da un telefono a gettoni, ma non trovarono mai la ragazza. Nel corso degli anni, Castle si è tenuto in contatto con l'Ufficio Persone Scomparse e successivamente, con le banche dati, per cercare di trovare l'identità della donna, ma non ci riuscì mai. Su esso, vi scrisse un breve racconto intitolato : Morte nel Bosco, ed il mistero di ciò che accadde quel giorno lo perseguitò, anche in seguito. La sua incapacità di risolvere il mistero di ciò che gli accadde nei boschi lo ha portato a interessarsi all'essere uno scrittore di gialli, ispirandolo a risolvere tutti i misteri che poteva, dal momento che non avrebbe mai potuto risolvere il mistero di quello che gli era successo in quel fatidico giorno. ("Dietro la maschera") A 14 anni venne trasferito alla Edgewyck Academy. Nostalgico e senza amici, si dedicò nuovamente a scrivere. Damian Westlake, l'editore delle riviste letterarie di Edgewyck, prese Rick sotto la sua ala. Egli, fu la prima persona a riconoscere il suo talento, lo incoraggiò, facendogli anche da mentore. Da allora, Castle ha sempre guardato al suo amico come un eroe. Anche decenni dopo, Castle continua a sentirsi soffocato mentre racconta la storia. Richard sostiene anche di essere stato cacciato dalle migliori istituzioni accademiche di New York almeno una volta. ("Giochi pericolosi")

Durante il suo ultimo anno di liceo, Richard aveva una ragazza molto dolce di nome Lizzie, che successivamente lasciò. ("Anatomia di un omicidio")

Nel corso degli anni, Castle viene cacciato da molte scuole private. Una delle volte più memorabili è stata quando venne cacciato dalla : Faircroft Preparatory Academy, dove trascorse più tempo fuori dall'ufficio del preside ed in detenzione, che in classe. Alla fine fu espulso per aver messo una mucca sul tetto della scuola che richiedeva una gru, per poterla rimuovere. Molti altri presero parte allo scherzo, ma Castle non aveva la ricchezza o gli agganci, questo ha fatto si, che fosse lui, l'unico a venire espulso. Quando dopo anni, gli venne chiesto dove prese la mucca, Rick, dice solo che conosceva un ragazzo che ne aveva una. Purtroppo Castle, venne espulso poco prima del ballo, e si pente di esso, perché aveva un appuntamento con una ragazza bellissima. ("Morte in video chat")

Durante il suo primo anno di college, Rick si innamorò di una ragazza di nome Allison ad una festa, ma dopo quella volta, non la vide mai più, anche se passò un anno, cercando di trovarla. Lui spesso, pensa ancora a lei. ("Padri e figli")

A un certo punto, Rick cambiò il suo nome legale in Richard Edgar Castle, cambiando il suo secondo nome, per omaggiare : Edgar Allan Poe.

Durante la sua carriera di scrittore all'università, tenne in grande considerazione il Vecchio Quartiere, vedendolo come il pub leggendario con l'aura che lo aiuta a scrivere. Ha scritto il suo primo libro, In a Hail of Bullets, in una bancarella al bar. Da allora una sua foto è appesa al muro della fama sopra lo stand.